IL RINNOVO DELLE CARICHE FIESOLANE

Per le modalità di presentazione delle domande di candidatura alle cariche di Direttore Artistico e Sovrintendente della Scuola si prega di prendere visione di questa pagina

Chiudi
 
 
 

Le Sette Ultime Parole I

Informazioni aggiuntive

  • Data: Giovedì, 02 Marzo 2017
  • Ora: 21.15
  • Luogo: Battistero di San Giovanni - Piazza del Duomo, Firenze

In collaborazione con O flos colende
Musica Sacra a Firenze XXI Edizione

Sta per iniziare un ciclo d’incontri che offrirà ogni giovedì la riflessione dell’Arcivescovo Metropolita di Firenze Cardinale Giuseppe Betori su una delle sette ultime parole di Cristo sulla croce: dal 2 marzo al 6 aprile il Battistero di S. Giovanni ospiterà in orario serale (21.15) sei appuntamenti con la Parola e con la musica di Franz Joseph Haydn.
Era il 1787 (esattamente 230 anni fa), quando Haydn approntava la versione per quartetto d’archi delle Sette Parole, composte l’anno prima per orchestra per le celebrazioni del Venerdì Santo nella cattedrale di Cadice, in Spagna.
Nella prefazione inviata all’editore per la pubblicazione, così Haydn descrive la situazione in cui aveva avuto luogo la prima esecuzione:
“I muri, le finestre, i pilastri della chiesa erano ricoperti di drappi neri e solo una grande lampada che pendeva dal centro del soffitto rompeva quella solenne oscurità. A mezzogiorno le porte venivano chiuse e aveva inizio la cerimonia. Dopo una breve funzione, il vescovo saliva sul pulpito e pronunciava la prima delle sette parole (o frasi) tenendo un discorso su di essa. Dopo di che scendeva dal pulpito e si prosternava davanti all'altare. Questo intervallo di tempo era riempito dalla musica”.
La musica in questione era Musica instrumentale sopra le 7 ultime parole del nostro Redentore in croce ovvero Sette Sonate con una introduzione ed alla fine un Terremoto.
Nella prima serata del ciclo, organizzato in collaborazione con O flos colende, Musica Sacra a Firenze XXI edizione, ascolteremo la lettura ed il commento del Cardinal Betori alla prima Parola, che è la frase Pater, dimitte illis quia nesciunt quid faciunt.
L’esecuzione di Introduzione e Sonata I è affidata al Quartetto TAAG, che si è costituito nel 2011 e frequenta presso la Scuola il Corso di Perfezionamento dell’Accademia Europea del Quartetto, con Miguel Da Silva, Andrea Nannoni e Antonello Farulli.

Ingresso libero

Informazioni e prenotazioni:
Opera di Santa Maria del Fiore – Via della Canonica 1, Firenze
Tel. 055 2302885, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.