La Festa della Musica 24 giugno 2018

Informazioni aggiuntive

  • Data: Domenica, 24 Giugno 2018
  • Ora: 9:00 – 19:30
  • Luogo: Scuola di Musica di Fiesole e Chiesa di San Domenico

Una fantastica occasione per stare insieme, seguendo le tante tracce della giornata, con un’offerta musicale varia ed entusiasmante: non mancherà uno speciale omaggio alla Festa da parte di Andrea Portera, la cui Fanfara – scritta appositamente - sarà eseguita dalla torre della Villa alle 10 in punto.

Quest’anno il programma della Festa non sarà stampato nel consueto libretto, ma si potrà scaricare in formato pdf.

Programma Festa della Musica 2018 scaricabile

 

Prima di tutto… i sax

Si inizia alle 9, nello spazio antistante al villino, con gli ensemble di sax di Alda Dalle Lucche e delle docenti del Dipartimento dedicato a questi straordinari e versatili strumenti.

Giovani solisti con l’orchestra

Il palco di fronte alla Torraccia ospita tre le 10 e le 12 quattro concerti solistici, affidati ad altrettanti giovani e talentuosi strumentisti scelti dal nostro direttore artistico Alain Meunier: Maria Salvatori, Rocco Roggia, Beatrice De Maria e Clara Riccucci si cimentano con grandi concerti classici, tra Bach e Mozart, insieme ai colleghi dell’Orchestra Vincenzo Galilei, diretta dal vulcanico Edoardo Rosadini.

Per i più piccoli

Ensemble di ogni tipo popolano ogni angolo della Festa, dai giovanissimi archi e pianisti che formano i Micromusici, anche insieme ai Piccolissimi Musici ed agli ancor più minuscoli allievi della propedeutica.

E poi i Crescendo, i pianisti in erba che raccontano in musica Il piccolo Principe, Fiesole Harmonie con le trascrizioni di Fabiano Fiorenzani e numerosi altri ensemble, preparati per la festa in collaborazione tra le varie classi..

Musica antica

La Chiesa di S. Domenico ospita dalle 15.15 i complessi di musica antica, nelle più varie ed interessanti combinazioni, fino alle 18.30.

Zapping…
Alle 12 festa di voci al Latini, con il Coro Polifonico link ed il Coro Giovanile link di Joan Yakkey, preceduti da un nutrito omaggio alla tastiera francese offerto dai giovani pianisti; si faranno senz’altro sentire (14.30) gli ensemble di percussioni curati da Gregory Lecoeur.
Non mancano gli amatori, tra il Latini (12.50) e l’aula Sovrintendenza (15.00), mentre il Centro Didattica ospita principalmente gli strumenti a fiato, e la Cappella le voci soliste, oltre a violini e flauti.

Canto corale…e non solo

La Cappella si riempie di voci, con il Coro Polifonico ed il Coro Giovanile di Joan Yakkey, cui fanno seguito gli allievi delle classi di canto.

Jazz

Debutta il Legalized Jazz Ensemble formato dagli allievi del corso di improvvisazione di Antonino Siringo, impegnato in una carrellata di grandi successi americani (Limonaia, ore 12.20).

Festa dei violoncelli

Tutti insieme nel pomeriggio sul prato (dalle 16.45): allievi ed insegnanti, riuniti nell’orchestra di violoncelli, ensemble di 65 elementi dalle inesauribili capacità espressive, grazie all’ampiezza di tessitura che il versatile strumento riesce a realizzare.

Musica da camera

Impossibile citare le infinite combinazioni cameristiche proposte nella giornata.

Le trascrizioni di Schoenberg, Berg e Webern di opere di Debussy e Johann Strauss riuniscono le classi di Riccardo Cecchetti, Matteo Fossi ed Edoardo Rosadini (Limonaia, dalle 14). Il Quartetto Adorno è alle 12 al Latini con un brano di raro ascolto, il Quartetto op. 19 di Zemlinsky, mentre alle 14.30 si faranno senz’altro sentire gli ensemble di percussioni curati da Gregory Lecoeur.

Un nuovo lavoro di Kamran Khacheh, Il mondo di Aprititerra, debutta alla Limonaia alle 15.15, mentre un omaggio a Nino Rota viene dalle classi di canto e arte scenica, impegnate in estratti da La notte di un nevrastenico e L’isola dei pappagalli (Sinopoli, dalle 13.50).

Le chitarre presidiano il Villino, da sole ed in gruppo, mentre le arpe incantano l’Aula Sibille, insieme a violoncelli e… tromboni.

Infine, una preziosa occasione di ascolto del ciclo liederistico Winterreise di Schubert è offerta dalla classe di perfezionamento di Bruno Canino (Villino, ore 17.20).

Gli ospiti

Numerosi amici verranno a festeggiare la musica alla Torraccia: Sandro Cappelletto racconta l’ultimo anno di vita di Schubert, con Simone Soldati al pianoforte (Sinopoli, ore 16.00); l’Auditorium Latini ospita il Coro di Voci Bianche Voceincanto di Arezzo (Latini, dalle 15); saranno con noi anche gli allievi dei corsi musicali attivati in convenzione con la Scuola presso il Lycée Victor Hugo di Firenze (Sinopoli, 11.50).

Dedica 2018

La Festa della Musica 2018 è dedicata alle famiglie: un doveroso omaggio a tutti coloro che partecipano con totale adesione ai percorsi musicali dei giovani musicisti, sostenendone l’impegno con abnegazione e grande spirito collaborativo. Grazie!

Come arrivare

La Scuola sarà raggiungibile con una navetta da S. Domenico e una vettura elettrica agevolerà gli spostamenti nel parco.

Punti di ristoro

Gelati e bevande calde e fredde saranno disponibili per l’intera durata della Festa; sarà inoltre attivo un servizio ristoro dalle ore 12 alle 15. Potrete scegliere gli hamburger di chianina, gli hotdog di maiale toscano oppure panini con la porchetta o con la salsiccia de La Toraia, lo street food fiorentino di qualità, oppure i piatti freddi di Piatti e Fagotti.

Modalità di accesso

Gli esecutori dovranno munirsi di pass per l’ingresso, mentre per tutti gli altri è previsto un biglietto d’ingresso responsabile. Il ricavato andrà a sostenere le attività della Scuola.

Biglietti

Interi: 10 €

Ridotti: 7 €

Ridotti allievi della Scuola e genitori dei musicisti che suonano alla Festa: 2 €

Gratuito per gli esecutori e i minori di 6 anni

Eventi

5 x 1000

IO CI METTO LA FIRMA. Sostieni con noi i progetti gratuiti dedicati ai bambini.

Anche grazie al 5 x 1000 potremo continuare a realizzare i progetti didattici per i bambini che...

Read more

Cerca