Il 39° Festival Internazionale di Musica di Portogruaro ospita giovedì 2 settembre (ore 21:00) l’Orchestra Giovanile Italiana, che sarà guidata dalla prestigiosa bacchetta di Pier Carlo Orizio. Il programma si apre con un omaggio a Igor Stravinskij, del quale sarà eseguito il Concerto in mi bemolle maggiore “Dumbarton Oaks”, dal nome della tenuta americana dove l’opera fu eseguita la prima volta nel maggio 1938, dopo essere stata composta su commissione del proprietario.


Al centro della serata il Concerto per pianoforte n. 2 in sol minore op. 22 di Camille Saint- Saëns, dedicato al grande pianista russo Anton Rubinstein ed elogiato da Liszt, che assistette alla prima esecuzione parigina del 1868. Il ruolo solistico sarà sostenuto dal pianista Alessandro Taverna, neodirettore artistico del Festival, che dopo importanti affermazioni nei principali concorsi pianistici internazionali è oggi una splendida realtà del mondo concertistico.
La conclusione è affidata alla Sinfonia n. 4 in la maggiore op. 90 di Felix Mendelssohn-Bartholdy, la celeberrima Italiana, una delle più perfette espressioni del cosiddetto “romanticismo felice” mendelssohniano.