Ogi e Ort a Musart 2018

I giovani e infaticabili musicisti dell’Orchestra Giovanile Italiana si uniscono ai professori dell’Orchestra della Toscana per una produzione di sicuro impatto e grande godibilità: sotto la guida di Timothy Brock, notissimo direttore e compositore americano specializzato nella musica da film, affronteranno un programma che accosta le due celebri Ouverture rossiniane da Il barbiere di Siviglia e L’italiana in Algeri (omaggio nel 150° anniversario della morte del Pesarese) a due tra le più note opere statunitensi: la Rhapsody in blue di George Gershwin e ampi estratti da West Side Story di Leonard Bernstein.
Con la partecipazione solistica del pianista Federico Colli per Gershwin, dei cantanti Eleonora Facchini, Luca Giacomelli Ferrarini, Giuseppe Verzicco e Simona Di Stefano, e della formazione corale The Pilgrims Gospel Choir, le orchestre riunite inaugurano il Musart Festival 2018, in Piazza Santissima Annunziata a Firenze il 18 luglio (ore 21.30). Giunto alla terza edizione, Musart abbina il fascino della città ai grandi nomi internazionali dello spettacolo. In corrispondenza dei concerti sarà possibile visitare gratuitamente alcuni dei luoghi d'arte, come la Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze, l’Istituto degli Innocenti, la Chiesa di Santa Maria degli Innocenti, la Chiesa di San Francesco Poverino, il Giardino del Museo Archeologico, la Basilica di Santissima Annunziata, la Mensa della Caritas Diocesana – San Francesco. Musart Festival è prodotto da Prg Firenze e sostenuto da Sammontana, Unicoop Firenze, Prinz, Caffè Cesare Magnelli, Findomestic Banca, Engie, Publiacqua. Con il contributo del Comune di Firenze e della Città Metropolitana di Firenze.