Iconografia musicale - triennio

 

“Le sue esecuzioni si sono distinte per le raffinate concertazioni e le originali proposte sia nei tempi che nei fraseggi. Lo considero uno dei giovani direttori più interessanti della sua generazione.” Donato Renzetti Andrea Vitello si è esibito in alcune tra le più importanti sale del panorama internazionale, quali Carnegie Hall di New York, Seul Art Center, Teatro Petruzzelli di Bari, Sala Verdi di Milano. È regolarmente invitato a dirigere negli Stati Uniti d’America, Ungheria, Corea del Sud, Russia, Bulgaria, e Grecia. Il suo debutto discografico con il Pierrot Lunaire di Arnold Schoenberg, alla guida dell’Ensemble BIOS e con la voce di Anna Clementi, ha suscitato entusiastiche reazioni nella critica internazionale (American Record Guide, Das Orchester, Limelight Magazine, Repubblica, Musica Magazine, Amadeus, Klassik Heute, Fanfare etc.) tanto da venir considerato da alcuni “un must” a fianco delle storiche incisioni di Pierre Boulez con l'Ensemble Intercontemporain e di Sinopoli con la Staatskapelle di Dresda. Collabora con istituzioni quali Festival Musica Viva di Belem (Portogallo), Biennale di Venezia, Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra Sinfonica di Budapest MÁV, Orchestra Sinfonica di Salonicco, Korea Soloists Orchestra, Argento Ensemble e i Solisti del Teatro alla Scala di Milano. Sensibile interprete del repertorio moderno e contemporaneo, ha diretto la prima esecuzione a New York di The bronze age di Tristan Murail, e prime esecuzioni assolute di lavori di Oliver Schneller e Andrea Portera e numerosi giovani compositori. Ha realizzato la prima registrazione dell’Octet di Peter Eötvös, con I Solisti della Scala di Milano.

www.andreavitello.com

 

“His performances stand out for the refined balances and original ideas about both tempos and phrasings. I consider Andrea Vitello one of the most interesting young conductors of his generation.” Donato Renzetti Andrea Vitello performed in some of the most important halls around the world, such as Carnegie Hall in New York, Seul Art Center, Petruzzelli Theater in Bari, Sala Verdi in Milan and many more. He is regularly invited to conduct in the USA, Hungary, South Korea, Russia, Bulgaria and Greece. His discographic debut on the podium of the Ensemble BIOS, with Arnold Schoenberg’s Pierrot Lunaire, featuring Anna Clementi as a soloist, has raised international critics' enthusiastic attention (American Record Guide, Das Orchester, Limelight Magazine, Musica Magazine, Amadeus, Klassik Heute, Fanfare etc.) and is considered a “One must have” along with Pierre Boulez' and Giuseppe Sinopoli's recordings with the Ensemble Intercontemporain and the Staatskapelle Dresden. He collaborates with several institutions such as Festival “Musica Viva” in Belem (Portugal), the Venice Biennale, “Pomeriggi Musicali” Orchestra in Milano, Budapest Symphony Orchestra MÁV, Tessaloniki Symphony Orchestra, Korea Soloist Orchestra, Argento Ensemble and the Soloists of La Scala Opera House. A sensitive interpreter of the contemporary repertoire; he conducted the New York premiére of The Bronze Age by Tristan Murail and world premiéres by authors such as Oliver Schneller, Andrea Portera and many young composers. He conducted the first recording of Peter Eötvös Octet, on the podium of the “Soloists of La Scala” ensemble.

Eventi

5 x 1000

IO CI METTO LA FIRMA. Sostieni con noi i progetti gratuiti dedicati ai bambini.

Anche grazie al 5 x 1000 potremo continuare a realizzare i progetti didattici per i bambini che...

Read more

Cerca