La versatile voce di Silvia Vajente, docente di canto presso CaMu, si unisce alla tastiera di Niccolò Nardoianni per il secondo dei Classici Mercoledì alla Manifattura Tabacchi di Firenze.
Il titolo Music for summertime comprende un repertorio vario di brani celebri, tra l’operetta, il musical e la canzone d’autore. Non mancano la celebre romanza Mattinata, che Ruggero Leoncavallo compose nel 1904 ed eseguì al pianoforte nella prima registrazione discografica con Enrico Caruso, e l’altrettanto famosa romanza Musica Proibita, che dette la fama al giovanissimo compositore torinese Stanislao Gastaldon nel 1881; le firme di D’Anzi, Cesarini e Ferilli arricchiscono la scaletta dei brani in programma, mentre di Lehár e Ranzato, autori di alcune tra le operette più rappresentate, ascolteremo arie da La vedova allegra e Il paese dei campanelli.


Gershwin ci porta sull’altra sponda dell’Atlantico con le morbide sonorità delle sue songs immortali, mentre la conclusione del concerto è affidata ad alcuni celebri evergreen americani, amati dagli ascoltatori di tutto il mondo.

 STANISLAO GASTALDON (Torino 1861 – Firenze 1939) Musica proibita
GUIDO MARIA FERILLI (Presicce 1949) Un amore così grande
GIOVANNI D'ANZIO (Milano 1906 – Santa Margherita Ligure 1974) Voglio vivere così
RUGGERO LEONCAVALLO (Napoli 1857 – Montecatini Terme 1919) Mattinata

CESARE CESARINI (Passignano sul Trasimeno 1905 - Firenze 1973) Canta Firenze!

GIOVANNI D'ANZI (Milano 1906 – Santa Margherita Ligure 1974) – MICHELE GALDIERI (Napoli 1902 – Napoli 1965) Mattinata fiorentina

CESARE CESARINI Firenze sogna

LUIGI ARDITI (Crescentino 1822 – Hove 1903) Il bacio

LEON BARD (Napoli 1869 - Milano 1959) Valzer di Frou Frou dall'operetta "La duchessa del bal tabarin"

FRANZ LEHÀR (Komárom 1870 – Bad Ischl 1948) Romanza della Vilja dall'operetta "La vedova allegra"

VIRGILIO RANZATO (Venezia 1882 – Como 1937) Fox della luna dall'operetta "Il paese dei campanelli"

VIRGILIO RANZATO O cin-ci-là dall'operetta “Cin-ci-là”

FRANZ LEHÀR Tu che m’hai preso il cuor dall’operetta “Il paese del sorriso”

FRANZ LEHÀR Le sirene del ballo dall'operetta "La vedova allegra”

GIUSEPPE PIETRI (Sant'Ilario in Campo 1886 – Milano 1946) Com’è bello guidare i cavalli dall’operetta “L’acqua cheta”

GEORGE GERSHWIN (New York 1898 – Los Angeles 1937)
Summertime
The man I love
‘S wonderful
Embraceable you
My man’s gone now da “Porgy and Bess”
Somebody loves me
I got rhythm

MARK FISHER (1895 Philadelphia - 1948 Long Lake) – JOE GOODWIN (Worcester 1889 - New York 1943) –LARRY SHAY (Chicago 1897 – Newport Beach 1988) When you’re smiling

JOSEPH KOSMA (Budapest 1905 - La Roche-Guyon 1969) Autumn leaves

SAMMY FAIN (New York 1902 - Los Angeles 1989) - IRVING KAHAL (Houtzdale 1903 – New York 1942) – PIERRE NORMAN (Kingston 1895 - Teaneck 1952) When I take my sugar to tea

HAROLD ARLEN (Buffalo 1905 – New York 1986) Stormy weather

JEROME KERN (New York 1885 – New York 1945) All the thing you are

EDEN AHBEZ (Brooklyn 1908 – Brooklyn 1995) Nature boy

WILBUR SCHWANDT (Manitowoc 1904 – Miami 1998) - FABIAN ANDRE (La Crosse 1910 – Mexico City 1960) Dream a little dream of me

RAY EVANS (Salamanca 1915 –Los Angeles 2007) Mona Lisa

JOHN KANDER (Kansas City 1927) Theme from New York, New York

IRVING GORDON (Brooklyn 1915 – Los Angeles 1996) Unforgettable

 

Silvia Vajente soprano
Niccolò Nardoianni pianoforte

 

Silvia Vajente
Soprano aretina, Silvia Vajente si è diplomata in canto lirico presso il Conservatorio Martini di Bologna, poi perfezionatasi con Serra, Desderi e per la prassi esecutiva antica con Savall, Feldman e Banditelli. Musicista eclettica: oboista professionista fino al 2000, laureata in musicologia a Cremona, diplomata in direzione di coro presso la Scuola superiore per direttori di coro della Fondazione Guido Monaco di Arezzo.
È in attività come cantante solista a livello internazionale. Il suo repertorio spazia dal barocco alla musica contemporanea. La sua passione per la musica antica l’hanno portata a collaborare con diversi gruppi specializzati nella musica barocca (Modo antiquo, l'Orchestra Barocca di Bolzano, L'Arte dell'Arco, Il canto di Orfeo, La Sfera Armoniosa, La Venexiana, Orchestra Barocca di Bologna, Il Rossignolo, Epoca Barocca, L'Aura Soave, Cappella Artemisia) cantando presso festival importanti come il Festival Monteverdi di Cremona (dove ha cantato come soprano solista con le altre Emma Kirkby), Folle Journée-Harmonie des Nations, Festival Fränkischer Sommer, Festival Internazionale "Da Bach a Bartok" di Imola, Pergolesi Spontini Festival di Jesi, Festival Opera Barga, AltstadtherbstFestival di Dusseldorf, Settembre Musica del Teatro della Pergola di Firenze, Festival Musica Antiga al Palau de L'Abat di Valencia (Spagna), Bologna Festival, Stagione della Scuola Normale di Pisa, Festival di S. Maurizio Musica e Poesia (Milano), Festival di Potsdam-Sanssouci (Germania), Festival Contemporaneamente Barocco di Siena, Settimane Musicali dell’Olimpico di Vicenza, Festival Barocco di Viterbo, Sagra Musicale Umbra, Musik Festival di Brema, Festival Galuppi di Venezia, Festival Barocco di Roma. È fondatore e membro dell’ensemble Concerto Monteverdi.
Nel 2004 ha vinto il 1° Concorso internazionale di canto barocco F. Provenzale, a Napoli e nel 2006 il Premio Bonporti, IX edizione del Concorso Internazionale di Musica da Camera a Periodo Instruments, a Rovereto, in duo con il clavicembalista Giacomo Barchiesi.
Ha debuttato in opere e oratori di Rossi, Cavalli, Haendel, Pergolesi, Piccinni, Scarlatti, Vivaldi, Galuppi, Rossini, Ravel, Britten, rappresentate in teatri italiani e stranieri. Ha cantato Pierrot lunaire di A. Schoenberg al 35° Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, Siena; ha eseguito diverse prime assolute di autori contemporanei; nel 2019 canta Folk song di Berio al Misa Festival di Shangai.
Ha registrato per RAI5 (nel giugno 2015, per la trasmissione “inventare il tempo”, a cura di Sandro Cappelletto, ha interpretato il Lamento di Arianna di C. Monteverdi accompagnata da Modo antiquo), ha inciso come solista per KiccoMusic, Bongiovanni, Tactus, Brilliant Classic, Ludi Musici, CPO.
Affianca da anni alla sua personale carriera solistica quella didattica.
Ha insegnato per 10 anni canto lirico presso l’Istituto di musica di Montepulciano; attualmente è docente del triennio di canto presso Casa della Musica di Arezzo per Scuola di Musica di Fiesole, di tecnica vocale alla Scuola superiore per direttori di coro della Fondazione Guido d’Arezzo, di canto al Liceo Musicale di Arezzo. Lavora anche come vocalista di cori polifonici. È ideatrice e conduttrice di Recicanto, laboratorio sperimentale di sensibilizzazione all’opera lirica per bambini e adulti. Conduce dal 2019 l’iniziativa di coro pop per bambini e adulti organizzata da la scuola di musica Le7Note con la sez Soci Unicoop di Fi ad Arezzo.
Ha fondato e dirige Viscantus ensemble vocale nella cui attività confluiscono gli allievi di canto del triennio CaMu per la loro formazione corale.

Niccolò Nardoianni
Nasce ad Arezzo il 1 aprile 1987 ed inizia lo studio del pianoforte a sette anni nella scuola del M. Fabio Bidini. Prosegue gli studi con il maestro Alessandro Tricomi e si diploma nel 2009 presso l’Istituto Musicale Pareggiato P. Mascagni di Livorno sotto la guida del M. Daniel Rivera con il massimo dei voti e la lode.
Si perfeziona con numerosi maestri tra i quali Piotr Lachert, Ivan Collini, Jeffrey Swann e Piernarciso Masi distinguendosi in vari concorsi nazionali e internazionali.
Dal 2012 si avvicina all'opera studiando da maestro collaboratore presso l’Accademia Spazio Musica sotto la guida del M. Daniele Agiman e della soprano Gabriella Ravazzi e partecipando al corso da maestro collaboratore organizzato a Busseto per i festeggiamenti del bicentenario verdiano nel 2013, grazie al quale lavora come maestro di sala e di palcoscenico nell’allestimento dell'opera Luisa Miller nei teatri di Busseto, Piacenza, Ferrara e Ravenna, sotto la regia del baritono Leo Nucci e la direzione del M. Donato Renzetti.
Nel 2014 frequenta il corso da maestro Collaboratore nell’Accademia di bel canto “Cubec” di Modena della soprano Mirella Freni, sotto la guida di Paola Molinari e contemporaneamente si perfeziona presso la Regia Accademia Filarmonica di Bologna studiando con solisti e cameristi di fama mondiale tra i quali Giuseppe Fausto Modugno, Francesco Cipolletta, Maurizio Baglini, Gisella Curtolo, Alessandro Carbonare, Silvia Chiesa e Quartetto di Cremona.
È stato docente di musica da camera presso il Liceo Musicale F. Petrarca di Arezzo e attualmente è pianista collaboratore del Triennio di Canto tenuto da Silvia Vajente presso la Casa della Musica di Arezzo, docente di Pratica del repertorio vocale presso la stessa e docente presso il Liceo Coreutico di Arezzo come pianista accompagnatore alla danza.
Affianca l’attività di insegnamento e di maestro collaboratore a quella concertistica esibendosi da solista e in diverse formazioni cameristiche in Italia e all’estero.