Un teatro verde, nel cuore di uno dei più celebri giardini del mondo, ospita il 27 agosto (ore 20.30) l’Orchestra Giovanile Italiana a Firenze.
Il luogo è il Giardino di Boboli, nel quale l’OGI è invitata da The ReGeneration Festival, un progetto di cui sono promotori tre giovani artisti inglesi (il direttore d’orchestra Maximilian Fane, il regista Roger Granville, ed il produttore Frankie Parham) che dal 2017 perseguono l’obiettivo di offrire ai migliori talenti musicali under 35 un prestigioso spazio di performance. L’iniziativa, denominata infatti New Generation Festival, muta quest’anno il suo nome in The ReGeneration Festival per rimarcare il desiderio di rinascita dopo il difficile semestre segnato dalla pandemia.


La Giovanile sarà guidata da uno dei più apprezzati direttori italiani, Daniele Rustioni, impegnato in un’intensa attività internazionale che lo vede anche Chief Conductor della Ulster Orchestra e Direttore musicale dell’Opéra di Lione.
Il programma accosta i tre nomi più celebri dell’aurea classicità viennese, con opere altrettanto amate dal grande pubblico: l’Ouverture da Le nozze di Figaro di Wolfgang Amadeus Mozart apre il concerto e la Settima Sinfonia di Ludwig van Beethoven lo conclude.
Al centro il Concerto per violoncello e orchestra in do maggiore n. 1 Hob.VIIb:1 di Franz Joseph Haydn offre l’opportunità di ascoltare la giovane e talentuosa violoncellista Erica Piccotti.

WOLFGANG AMADEUS MOZART (Salisburgo 1756 – Vienna 1791) Ouverture da “Le nozze di Figaro” K.492

FRANZ JOSEPH HAYDN (Rohrau 1732 – Vienna 1809) Concerto per violoncello e orchestra in do maggiore n. 1 Hob.VIIb:1
Moderato
Adagio
Allegro molto

LUDWIG VAN BEETHOVEN (Bonn 1770 – Vienna 1827) Sinfonia n. 7 in la maggiore op. 92
Poco sostenuto - Vivace
Allegretto
Presto
Allegro con brio

Erica Piccotti violoncello
Orchestra Giovanile Italiana
Daniele Rustioni direttore