Sveglia prima dell’alba per il Quartetto Alioth - della classe di Edoardo Rosadini – che rappresenta la Scuola nel secondo appuntamento ospitato dal Festival Internazionale Green Music, mercoledì 19 agosto alle 7 del mattino.
La recente formazione cameristica, composta da giovani strumentisti appassionati e talentuosi, porterà a Passignano sul Trasimeno la grande musica di Haydn, Beethoven e Webern, riempiendo con le sontuose architetture sonore del quartetto il panorama mozzafiato del lago, che si riaccende sotto i raggi del primo sole.

JOSEPH HAYDN (Rohrau 1732 – Vienna 1809) Quartetto per archi in do maggiore op. 20 n. 2 Hob.III:32
Moderato
Capriccio. Adagio - Cantabile
Minuetto. Allegretto
Fuga a 4 soggetti

LUDWIG VAN BEETHOVEN (1770–1827) Quartetto per archi n. 11 in fa minore, op. 95 “Serioso”
Allegro con brio
Allegretto ma non troppo
Allegro assai vivace ma serioso - Trio
Larghetto espressivo - Allegretto agitato

ANTON WEBERN (Vienna 1883 - Mittersill 1945) Langsamer Satz in mi bemolle maggiore IAW 16

Quartetto Alioth
Matilde Urbani violino
Laura Vannini violino
Anna Avilia viola
Jacopo Gaudenzi violoncello

 

Quartetto Alioth
Nasce nel 2019 presso la Scuola di Musica di Fiesole, nella classe di quartetto di Edoardo Rosadini. Nonostante la recente formazione, il Quartetto Alioth è stato selezionato a rappresentare la Scuola al concerto evento “Il suono dell’Eccellenza”, organizzato dall’Università Telematica Pegaso. Ha partecipato all’edizione 2019 di Strings City, eseguendo il Quartetto op. 20 n. 2 di Franz Joseph Haydn.
I quattro componenti del quartetto seguono le lezioni di prestigiosi insegnanti come Yair Kless, Duccio Ceccanti, Pavel Vernikov, Klaidi Sahatci, Boriana Nakeva, Antonello Farulli, Danilo Rossi, Thomas Selditz, Enrico Bronzi, Giovanni Gnocchi, Marianne Chen.

 

Programma Festival Internazionale Green Music