Fondata nel 1974 da Piero Farulli, violista del leggendario Quartetto Italiano, la Scuola di Musica di Fiesole è cresciuta con il contributo di appassionati docenti, e da oltre quarant’anni rappresenta un punto di riferimento internazionale, con 1.600 allievi, 14 orchestre, 6 cori, e più di 180 appuntamenti musicali realizzati ogni anno.
Numerosissimi sono i musicisti fiesolani attivi nel concertismo: molti di loro hanno potuto acquisire le necessarie competenze professionali grazie all’Orchestra Giovanile Italiana –il primo corso di qualificazione orchestrale istituito nel nostro Paese, ed uno dei più fecondi progetti didattici della Scuola - trovando poi collocazione nelle orchestre di tutto il mondo.
Artisti straordinari hanno messo a disposizione dell’istituzione il loro magistero didattico e concertistico: tra gli altri Riccardo Muti, Salvatore Accardo, Luciano Berio, Claudio Abbado, Carlo Maria Giulini, Maria Tipo, il Trio di Trieste, Natalia Gutman, György Kurtág, Gabriele Ferro, Krzysztof Penderecki, Daniele Gatti, Pavel Vernikov, Gianandrea Noseda, Giuseppe Sinopoli, Elisso Virsaladze, Andrea Lucchesini.

Da sempre all’avanguardia nelle metodologie didattiche per l’infanzia, la Scuola offre oggi un percorso completo di apprendimento, essendo dal 2013 accreditata al rilascio del Diploma AFAM di I livello e dal 2019 al percorso di Biennio.

Fondatrice del Sistema italiano di orchestre e cori infantili Onlus insieme a Federculture, la Scuola ha attivato esperienze didattiche di apprendimento collettivo gratuito nei quartieri periferici di Firenze ed eroga un Master post lauream dedicato agli operatori di orchestre infantili.

Nel 2002 la Scuola fonda l’ECMA (European Chamber Music Academy) insieme ad alcune delle più prestigiose accademie musicali europee. Il percorso formativo internazionale così creato permette a molti fra i quartetti d’archi ECMA di imporsi nei grandi concorsi internazionali come ARD di Monaco, Haydn di Vienna, Šostakovič di Mosca, Melbourne International Chamber Music Competition e Festival Primavera di Praga.

Nel 2017 la Scuola avvia ad Arezzo un’innovativa struttura, la Casa della Musica, nella quale si sviluppano collaborazioni fra i soggetti impegnati nella diffusione in ambito musicale offrendo alta formazione, corsi professionalizzanti e percorsi didattici innovativi per l’infanzia.

L’attività della Scuola è resa possibile dal sostegno economico del MIBAC, della Regione Toscana, del Comune e della Città Metropolitana di Firenze. La Fondazione CR Firenze è mecenate insostituibile dei progetti fiesolani, e numerosi sono anche i privati che mettono a disposizione degli allievi più meritevoli borse di studio, come aveva disposto Claudio Abbado devolvendo alla Scuola gli emolumenti senatoriali.

Già destinataria nel 1981 del Premio Abbiati quale migliore iniziativa musicale, la Scuola ha ricevuto da Carlo Azeglio Ciampi il Premio Nazionale Presidente della Repubblica (2005) e dalla nipponica Japan Arts Association il Premium Imperiale Grant for Young Artists nel 2008. Nell’agosto 2016 l’Orchestra dei Ragazzi della Scuola ha vinto il World Orchestra Festival, organizzato dai Wiener Philharmoniker presso il Musikverein di Vienna.

Dall’ottobre 2020 il Direttore artistico della Scuola è Alexander Lonquich.

 

 

 

 

 

Per poter vedere il pdf devi aver accettato i cookie. Puoi modificare le tue preferenze alla pagina Cookie Policy