Il Premio Venezia si è imposto negli anni come una tappa obbligata per i più talentuosi giovani pianisti italiani: ogni anno accoglie coloro che hanno appena conseguito il diploma con il massimo dei voti (in media oltre cinquanta) in una competizione molto severa, che si conclude con una finale al Teatro La Fenice, in cui la giuria decreta il vincitore tra i due pianisti che hanno superato le prove eliminatorie ottenendo il punteggio più alto.

L’edizione 2019 (dal 14 al 19 ottobre) ha visto la vittoria del giovanissimo pianista veneto Elia Cecino, che a Fiesole frequenta il corso di perfezionamento di Elisso Virsaladse e sta segnalandosi come uno tra i più promettenti interpreti dell’ultima generazione.