Il nostro docente di composizione Andrea Portera aggiunge al suo palmarès un’altra prestigiosa medaglia: è di queste ore la notizia della sua vittoria, all’unanimità, del primo premio nella IV edizione del prestigioso Concorso Internazionale di Composizione Uuno Klami, competizione quinquennale intitolata al noto musicista finlandese del ‘900 e organizzata dalla Kymi Sinfonietta, che ha sede nelle due città finlandesi di Kotka e Kouvala.

Al concorso, che richiedeva una nuova composizione per orchestra da camera, hanno partecipato 283 compositori (tra cui 49 provenienti dall’Italia) di 38 paesi.
Il brano che Portera ha presentato alla commissione, formata da illustri maestri quali Kalevi Aho e Magnus Lindberg, si intitola Klecksophonic lieder e prende ispirazione dalla kleksografia -la tecnica che produce immagini risultanti dalla piegatura in due di un foglio contenente macchie d’inchiostro- sulla quale è basato il famoso test psicologico di Rorschach (1921).
Portera ha seguito un percorso analogo, creando una partitura con note e suoni speculari che mirano a ricreare con la musica, e non a livello visivo, il fenomeno di proiezione di contenuti inconsci.
A portare Klecksophonic lieder sul palco della Kotka Concert Hall venerdì 15 novembre è stata, con la Kymi Sinfonietta diretta da Olari Elts, la celebre soprano Valentina Coladonato.