Due affermati e interessanti violoncellisti condividono da quest’anno il corso di perfezionamento: sono Paolo Bonomini e Francesco Dillon, che offriranno ai giovani musicisti della Scuola la possibilità di approfondire il repertorio strumentale in più direzioni.


Il corso si articola in otto incontri, nei quali i violoncellisti potranno approfittare dell’esperienza di Bonomini per il repertorio barocco e classico e dell’approfondita competenza di Dillon per la produzione musicale romantica, moderna e contemporanea.
Recente vincitore (2016) del primo premio al XX Concorso internazionale J.S. Bach di Lipsia, Paolo Bonomini è attualmente primo violoncello della Camerata Salzburg. Ha frequentato le lezioni dei più importanti maestri (Mario Brunello, Antonio Meneses, David Geringas, Jens Peter Maintz) ed è da tempo attivo come solista e camerista in formazioni prestigiose.
Il desiderio di esplorare le varie dimensioni della musica contraddistingue la poliedrica attività di Francesco Dillon sia in campo solistico sia nel repertorio cameristico: fondatore nel 1993 del Quartetto Prometeo, Dillon coltiva da sempre un forte interesse per la contemporaneità ed è interprete di riferimento per i massimi compositori del nostro tempo.