L’idea è una delle più felici intuizioni della Scuola, che attraverso una costante presenza nelle scuole d’infanzia e negli istituti primari cittadini ha saputo suscitare l’interesse verso la musica in intere generazioni di scolari. Anche questa iniziativa, che adesso fa parte de Le Chiavi della Città, ha sofferto non poco dell’emergenza pandemica, risultando impraticabile per lunghi mesi.


Festeggiamo perciò la ripresa delle lezioni-concerto in questa primavera, anche se per la maggior parte degli interventi si è dovuto optare per il collegamento in streaming dalle aule fiesolane.

I cinque appuntamenti già realizzati nel mese di aprile hanno coinvolto un quartetto della classe di Edoardo Rosadini, l’ensemble Crescendo di Marco Scicli, un gruppo cameristico di Giovanni Riccucci, un quartetto d’archi della classe di Rita Urbani, un ensemble di piccoli allievi di Katja Todorow e la lezione di Petru Horvath, che ha potuto recarsi personalmente alla Scuola dell’infanzia Bechi per presentare ai bambini il violoncello e il contrabbasso.

Altri quattro incontri si terranno nel mese di maggio, coinvolgendo i Micromusici di Marina Raimondi, Valeria Brunelli e Katja Todorow (5 maggio, Scuola dell’infanzia Giotto), un quartetto della classe di Petru Horvath (11 maggio, Scuola primaria La Pira), un ensemble cameristico della classe di Clarice Curradi (12 maggio, Scuola primaria Kassel) ed infine - in presenza!! - i fiati e le percussioni di S-bandiamo!, con Giada Moretti e Giulia Fidenti (24 maggio, Scuola dell’infanzia Poli).