News 2020

Dall'OGI al Nord Europa

Un'altra lieta notizia giunge dal giovane clarinettista Kevin Spagnolo, che ha frequentato i corsi dell'Orchestra Giovanile Italiana nel 2014: già vincitore lo scorso anno del Primo Premio al Concorso Internazionale di Ginevra, Kevin ha concluso con successo in questi giorni il periodo di prova alla Swedish Chamber Orchestra - che ha sede nella città di Örebro, nella Svezia centrale - ed è stato nominato Principal Clarinet.
Complimenti!

Orchestra Giovanile Italiana: una pausa per ricominciare in sicurezza

Avrebbe dovuto essere un autunno ad alta intensità d’impegno, ed invece quella che sta per concludersi è una stagione in cui l’Orchestra Giovanile Italiana è stata costretta al riposo.
Inevitabile annullare sia l’inaugurazione della stagione degli Amici della Musica con Andrea Lucchesini a fine ottobre, sia i tre concerti al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino – con Zubin Mehta il primo, e gli altri due che avrebbero dovuto vedere Rudolf Buchbinder solista e direttore dei 5 Concerti per pianoforte e orchestra di Beethoven.

Un’estate di concerti per l’OGI

La pandemia non ha privato i valorosi strumentisti dell’Orchestra Giovanile Italiana della possibilità di compiere esperienze formative di grande qualità: dopo il concerto del 26 luglio in piazza della Loggia a Brescia - di cui potete trovare un resoconto qui  - nel quale l’OGI è stata diretta dal giovane e talentuoso Lorenzo Viotti, la Giovanile ha collaborato al corso di direzione d’orchestra di Daniele Gatti all’Accademia Chigiana, tenendo il 1° agosto il concerto finale del corso con i migliori tra i direttori partecipanti.

I successi dei ragazzi dell’OGI

Ancora ottime notizie da alcuni strumentisti che hanno frequentato i corsi di qualificazione dell’Orchestra Giovanile Italiana: i flautisti Luna Vigni (OGI 2018) e Paolo Ferraris (OGI 2014 e 2015) hanno vinto l'audizione per primo flauto presso la Gürzenich-Orchester di Colonia, e dal 1° ottobre saranno impegnati in Germania con un contratto semestrale.

Orchestra Giovanile Italiana… che numeri!

Il glorioso progetto formativo, che nel 2020 compie 36 anni, guarda al cammino percorso fin qui per fare un bilancio dei traguardi raggiunti e progettare il futuro. Per questo è senza dubbio interessante e significativo il lavoro di ricerca che, durante lo stop imposto dall’emergenza sanitaria di questi mesi, è stato portato avanti dallo staff dell’OGI.

Rinnovato il Progetto MusXchange

La Scuola di Musica di Fiesole è tra i fondatori di EFNYO - European Federation of National Youth Orchestras, nata nel 1994 allo scopo di favorire lo scambio di esperienze e di riflessioni sulla formazione orchestrale.

Le novità della Giovanile

L’estate dell’Orchestra Giovanile Italiana si preannuncia intensa, nonostante le modifiche imposte al calendario dalle norme sanitarie. Le attività riprenderanno dal mese di luglio, precedute da alcune anteprime dei fiati che potremo intanto ascoltare online, sulla pagina Facebook dell’Orchestra, nelle trascrizioni che Davide Sanson ha realizzato e preparato con loro: Ave Maria di Bruckner ed un brano dall’Offerta Musicale di Bach. Anche gli archi, sotto la guida di Giovanni Gnocchi, si produrranno online nell’Andante dalla Cassazione K.63 di Mozart.

Un video per far parte dell’OGI

Se sei un giovane strumentista e desideri partecipare alle attività didattiche e produttive che nei prossimi mesi vedranno protagonista l’Orchestra Giovanile Italiana, puoi approfittare di questo periodo per realizzare un video che testimoni il tuo livello di preparazione. 

Sospensione attività didattiche

La Scuola di Musica di Fiesole in ottemperanza al decreto annunciato da parte del Presidente del Consiglio sospende le attività didattiche dell'Orchestra Giovanile Italiana fino al 15 marzo.

I successi degli allievi dell’OGI

I giovani musicisti che hanno scelto di percorrere la via tracciata dalla Scuola attraverso il corso di qualificazione orchestrale dell’OGI continuano a mietere successi nelle audizioni che decidono del loro ingresso nelle orchestre professionali.