Concerto Violanet 22 novembre ’19

Il meeting Violanet di Salisburgo comprende un raffinato concerto di benvenuto impaginato da Vittorio Ghielmi, docente di viola da gamba presso il Mozarteum e protagonista di un’intensa e festeggiata attività internazionale. Insieme a lui il liutista Luca Pianca, il gambista Christoph Urbanetz e i docenti dell’Institut für Alte Musik del Mozarteum Dorothee Oberlinger, Marcello Gatti, Božena Angelova, Florian Birsak- Hayer e Marco Testori
Geometrie variabili impaginano un programma di grande interesse, che si apre con un Adagio dal Manoscritto di Drexel, contenente ventinove pezzi che sembrano essere le trascrizioni delle geniali improvvisazioni che avevano reso celebre Carl Friedrich Abel, figura centrale nella vita musicale londinese di metà ‘700. Si prosegue con Christoph Schaffrath, attivo alla corte di Federico il Grande, e poi un piccolo salto all’indietro ci porta ad un estratto dalla prima Suite di Marin Marais, il virtuoso della viola da gamba preferito da Re Sole. Ascolteremo poi musiche di Antoine Forqueray, altrettanto celebre al suo tempo per lo smagliante virtuosismo strumentale, Georg Philipp Telemann e Luigi Tomasini, primo violino nell’orchestra degli Esterházy e autore di musiche per baryton (o viola di bordone), lo strumento preferito dal principe Nicola.