Pochi giorni fa è venuto a mancare Alfonso Fedi, concertista e didatta di grande spessore, che ha dedicato alla musica antica tutta la sua vita artistica, a partire dai severi studi di organo e clavicembalo presso il Conservatorio di Firenze e poi ad Amsterdam, con Gustav Leonhardt.

Alla Scuola Alfonso Fedi ha insegnato dal 1988 al 2000, mettendo a disposizione le sue competenze e la sua passione e creando il Dipartimento di Musica Antica, in una fase della crescita della Scuola nella quale l’approccio interpretativo filologico non aveva ancora ricevuto una specifica attenzione.
Fedi si prodigò in un’attività didattica e concertistica intensissima, che riscosse molta attenzione e notevole plauso; furono in tanti allora, giovani allievi e docenti, ad avvicinarsi all'idea di un’esecuzione storicamente informata, quando ancora questa non era oggetto di insegnamento nelle normali sedi accademiche. 
Il Dipartimento di Musica Antica della Scuola divenne una fucina di realizzazioni artistiche di alto livello, che contribuirono ad incrementare il profilo formativo e culturale dell’istituzione.

Unendosi al dolore della moglie, la nostra docente di canto Elena Cecchi, la Scuola lo ricorda con profonda gratitudine ed ammirazione, perché ha saputo coniugare un altissimo spessore professionale ed artistico con una rara capacità di diffusione e coinvolgimento.