Riccardo Perugini studia composizione dal 2015 nella classe di Andrea Portera, e ha vinto quest’estate la prima edizione del Ferruccio Busoni Composition Competition, ideato dal Centro Studi Musicali Ferruccio Busoni di Empoli.

Dedicato a Dante nel 700° anniversario della morte, il concorso ha visto la partecipazione di 95 concorrenti da vari paesi: Perugini ha vinto con Ciò che rimane per soprano e orchestra d’archi, aggiudicandosi anche il premio del pubblico durante il concerto dell’Orchestra della Toscana, che ha eseguito i tre lavori finalisti con la partecipazione del soprano Roberta Salvati e la direzione di Valerio Galli.
A valutare le partiture una giuria eccellente, presieduta da Fabio Vacchi e composta da Lorenzo Ancillotti (direttore artistico del Centro Busoni), Andrea Portera, Pietro Rigacci, Thierry Escaich e Detlev Glanert.
Questo prestigioso riconoscimento si unisce ad altre importanti conferme al lavoro di Riccardo Perugini, che l’anno scorso ha conquistato l’Excellence Award al Hangzhou Contemporary Music Festival 2020 “Art Creation Awards” International Orchestral Composition Competition.