Il progetto VIOLANET - European Viola da Gamba Network si pone come obiettivo la creazione di un network europeo tra università ed istituti di alta formazione musicale per realizzare percorsi di istruzione per la Viola da Gamba, rafforzando le competenze degli studenti musicisti, promuovendo metodologie e strumenti didattici innovativi per gli insegnanti, valorizzando la cooperazione tra istituti universitari europei, divulgando la musica per viola da gamba attraverso concerti, incisioni, lezioni aperte e conferenze.

 

Il progetto Violanet

Punto di partenza del progetto è la positiva esperienza della “Giornata italiana della Viola da Gamba” (nata nel 2011 alla Scuola di Musica di Fiesole e insignita della medaglia della Presidenza della Repubblica), che negli anni è riuscita a creare una fruttuosa rete di contatti e scambi tra docenti e studenti, tra musicisti e produttori di strumenti, tra professionisti e amatori, fino a divenire un appuntamento di riferimento per esperti.

Il progetto è promosso dalla Scuola di Musica di Fiesole e coinvolge l’Università Mozarteum di Salisburgo (Austria), il Conservatorio Nazionale Superiore di Musica e Danza di Parigi (Francia), l’Hochschule für Musik Franz Liszt di Weimar (Germania), il Koninklijk Conservatorium de L’Aia (Paesi Bassi), il Prague Baroque Centre (Repubblica Ceca) e il Conservatorio Superiore di Musica di Vigo (Spagna).

Gli insegnanti di tutte le organizzazioni coinvolte prenderanno parte all’attività transnazionale di formazione e concorreranno insieme alla realizzazione di linee guida comuni per la definizione di percorsi e metodologie innovative per l’insegnamento della Viola da Gamba.

Ogni università ed istituto di alta formazione realizzerà laboratori di specializzazione all’interno dei propri curricula universitari e programmerà per gli studenti mobilità in modalità mista. Durante queste mobilità, i musicisti di ciascun Paese partner terranno delle specifiche masterclass di formazione ed approfondimento per Viola da Gamba.

Ciascun partner si impegnerà a promuovere eventi di disseminazione, tramite la realizzazione di concerti e lezioni aperte al pubblico, nell’ottica di una sensibilizzazione sul valore della musica antica come parte inestimabile del patrimonio culturale europeo.

Tutti i partner parteciperanno alla Giornata Europea della Viola da Gamba, che sarà realizzata a Firenze presso Villa La Torraccia nel maggio 2020.

Motivazioni alla base della proposta

 

La proposta progettuale trova la sua ragion d'essere nelle peculiarità che caratterizzano i percorsi di apprendimento per la Viola da Gamba: in Italia, tra oltre 50 conservatori ed Istituti AFAM si contano solo 12 classi di questo strumento, e tale situazione è comune a tutta l'Europa.

I docenti dunque hanno difficoltà a confrontarsi con i colleghi sulle metodologie, gli orientamenti, l'innovazione della didattica applicabile all'insegnamento di questo strumento, al di fuori dal circuito dell'orchestra e di momenti specifici di incontro, mentre gli studenti faticano a trovare le occasioni per sperimentare le loro competenze sul campo in contesti internazionali.

La creazione di questo Network europeo risponde a tale condizione di "fragilità", proponendo un contesto di scambio, collaborazione, arricchimento reciproco per insegnanti, studenti musicisti e professionisti.

 

Obiettivi

Il progetto si presenta come un insieme integrato di iniziative, mirate al raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • sviluppare una serie di competenze relative alla Viola da Gamba attraverso percorsi formativi europei di istruzione superiore (per studenti delle università e degli istituti di alta formazione musicale) che prevedano il riconoscimento di crediti ECTS (European Credit Transfer System);
  • condividere metodologie e strumenti innovativi per l’insegnamento della Viola da Gamba, elaborando originali proposte didattiche, in un'ottica di mutuo riconoscimento delle conoscenze e competenze, apprese attraverso la promozione di momenti di scambio e di formazione transnazionali per docenti;
  • ampliare la rete di contatti e scambi tra università ed istituti di alta formazione musicale europei, tra docenti e studenti, tra musicisti e produttori di strumenti musicali, tra professionisti e amatori;
  • promuovere presso le diverse comunità locali la conoscenza, lo studio e l’interesse verso la musica antica come parte del patrimonio culturale europeo.

attività

Il progetto ha durata triennale e mira al raggiungimento degli obiettivi di cui sopra attraverso un articolato piano di attività, quali:

  1. attivazione di laboratori di specializzazione sulla Viola da Gamba all’interno dei curricula universitari con riconoscimento di crediti ECTS;
  1. realizzazione di brevi mobilità studentesche in modalità mista (blended mobility) in occasione delle quali organizzare delle masterclass tenute da musicisti di alto livello per sviluppare conoscenze e competenze degli studenti;
  1. predisposizione di opportunità di scambio transnazionali tra docenti (short-term joint staff training event), al fine di definire metodologie didattiche innovative;
  1. realizzazione di un Centro Risorse Digitale ad accesso libero, rivolto a docenti e studenti, progettato e implementato dalla Scuola di Musica di Fiesole, con la supervisione scientifica della Prof. Bettina Hoffmann, e con il contributo di tutti i partner;
  1. promozione della ricerca, approfondimento e conoscenza del repertorio strumentale attraverso il Centro Risorse Digitale, nell’ottica dell’innalzamento delle conoscenze per docenti e studenti sulla Viola da Gamba; il lavoro di ricerca sarà coordinato dal Dipartimento di Musicologia dell’Università di Weimar;
  1. creazione di un ensemble denominato European Union Youth Viola Consort, in cui i migliori studenti potranno sperimentare la musica d’insieme al più alto livello;
  1. programmazione di eventi di disseminazione sulla musica antica incentrati su esecuzioni realizzate con la Viola da Gamba: concerti, lezioni concerto, eventi, ecc. all’interno dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018;
  1. coinvolgimento, nella rete e nelle manifestazioni congiunte, di liutai specializzati nella costruzione di viole da gamba, con conferenze, workshop e dimostrazioni.

Risultati attesi

Il risultato principale a cui mira il progetto VIOLANET è la  valorizzazione della conoscenza della Viola da Gamba come parte del patrimonio culturale europeo, attraverso la diffusione delle opere dei compositori violisti, spesso poco note al grande pubblico, grazie prioritariamente alle attività di diffusione e disseminazione.

Il network, inizialmente composto dai partner, sarà dinamico ed aperto a tutte le organizzazioni, associazioni, conservatori, istituti che intendano aderire e che potranno concretamente cooperare per la definizione di metodologie didattiche innovative per l’insegnamento e la diffusione delle conoscenze, la formazione dei formatori, la realizzazione di manifestazioni e l’elaborazione di programmi di studio congiunti, così da favorire l'omogeneizzazione, la comparabilità e la correlazione a livello europeo dei contenuti e dei programmi di studio.

L’attivazione di un Centro Risorse Digitale sarà un contributo importante e permanente alla formazione e all’aggiornamento di docenti e studenti musicisti: funzionerà come piattaforma comune su cui caricare contenuti, materiali, informazioni su autori, opere, fonti storiche ed edizioni moderne delle opere solistiche per Viola da Gamba, costituendo il “luogo” di confronto e scambio di conoscenze e saperi connessi all’educazione musicale ed alle professioni ad essa collegate, in un’ottica di rafforzamento, consolidamento e trasferimento della rete a livello europeo ed internazionale.

In cosa consiste l’innovazione

La condizione peculiare della Viola da Gamba, tradizionalmente al di fuori del circuito dell'orchestra, rende la presente proposta progettuale estremamente innovativa, in quanto non vi sono iniziative similari - o comunque incentrate su percorsi di formazione di istruzione superiore sulla Viola da Gamba - che prevedano il riconoscimento di crediti ECTS.

La proposta è innovativa perché prevede sia attività di ricerca e aggiornamento volte all’ampliamento del repertorio delle opere dei compositori di Viola da Gamba, sia opportunità di scambio e di formazione per i docenti al fine di studiare ed elaborare metodologie e strumenti innovativi da applicare in ambito didattico.